Cani e bambini

Non c’è nulla di più bello del vedere dei bambini che interagiscono con i cani. In alcuni casi è formidabile come i nostri amici a quattro zampe riescano ad adattare i loro comportamenti e diventare più tolleranti e dolci nei loro confronti. A volte questo processo è automatico, altre volte, invece, occorre un grande impegno da parte di tutti.
Vediamo allora quali semplici accorgimenti utilizzare quando decidiamo di inserire un cane all’interno del nostro nucleo familiare composto da adulti e bambini.

Innanzitutto, visto che prendere un cane equivale ad inserire un nuovo essere vivente nella nostra vita quotidiana, la decisione deve essere condivisa da tutti i membri della famiglia. Solo una volta che tutti sono d’accordo, si potrà cominciare a raccogliere informazioni su quale sia la tipologia di cane più idonea per adattarsi al nostro stile di vita. Ad esempio, i cani che necessitano di moltissima attività fisica e che hanno un bisogno costante di contatto con il proprietario, difficilmente riusciranno ad integrarsi in una famiglia con tanti membri e in cui dovranno trascorrere molte ore a casa da soli.
Ancor prima di far entrare il nostro amico peloso in casa, dovremo poi insegnare ai più piccoli della famiglia che un cane non è un peluche e che, alcuni gesti che per noi umani rappresentano segni di affetto, per un cane possono essere fraintesi. I bambini sono sempre entusiasti quando si tratta di portare un cane in casa, ma vanno educati sin dall’inizio a rispettare gli spazi, i tempi di riposo e la fisicità del cane: essere troppo invadenti può portare a complicazioni anche importanti e, purtroppo, sono molti i casi in cui i cani reagiscono con aggressività in quanto non vogliono essere toccati in certi modi dai membri della famiglia.
È necessario poi documentarsi ed istruire tutti i membri della famiglia prima che il cane entri in casa, in modo da limitare quanto più possibile le incomprensioni che si possono venire a creare.
È vero che occorre molto impegno, ma é vero anche che in tanti casi i cani ci stupiscono: ricordo bene Lara, un pastore tedesco che non voleva essere toccata da nessuno e reagiva mostrando i denti ed anche mordendo. Siamo rimasti tutti stupiti dalla pazienza che invece dimostrò di avere nei riguardi del piccolo Andrea, l’unico autorizzato a  coccolarla in ogni modo senza suscitare alcuna reazione aggressiva!
Una volta prese tutte le precauzioni ed istruiti tutti i membri della famiglia, non c’è nulla di più bello che vedere i nostri bambini crescere con i cani: riuscire a dare ai cani la certezza di essere amati anche con qualche membro della famiglia in più ed educare i bambini fin da piccoli al rispetto degli animali, è il modo migliore per creare convivenze costruttive e serene!