Comunicazione felina: un miao, non è mai solo un miao!

Vi siete mai chiesti in quanti modi può comunicare un gatto? Se pensate che i gatti comunichino solo con miagolii e fusa vuol dire che non vi siete mai presi la briga di andare più a fondo. Certamente miagolii e fusa sono forse le modalità comunicative a noi più evidenti, ma la realtà è che i gatti sono dei comunicatori sofisticati e il loro linguaggio è complesso e articolato. Infatti non solo rispecchia una gestione dei rapporti sociali basati sul concetto di gerarchia relativa (sia che si tratti di rapporti tra conspecifici che tra eterospecifici), ma riflette anche la loro natura di animali sociali facoltativi. Il gatto è inoltre in grado di scegliere e modulare le modalità comunicative con le quali esprimersi in base al suo interlocutore, sia esso un suo simile o un animale di un’altra specie, ma anche in base al tempo e al luogo dell’interazione comunicativa.

Da oggi e nei prossimi due articoli esploreremo i tanti modi in cui i gatti comunicano e, ne sono sicura, inizierete a guardare i vostri gatti con occhi diversi!

Vocalizzi e fusa.

Una delle modalità espressive più note del gatto è il vocalizzo il quale, però, nelle interazioni tra conspecifici è relativamente ridotto. Alla nascita infatti i piccoli hanno solo due tipi di vocalizzi, atti ad esprimere disagio o difesa. Crescendo il miagolio diviene individuale e più specifico, adattandosi e modulandosi in base alle esigenze ambientali e al tipo di interazioni sociali che il gatto intrattiene. In particolare nella relazione con l’uomo il gatto è incoraggiato da quest’ultimo a sviluppare questo tipo di competenza comunicativa. Imparando ad associare eventi e risposte infatti, impara anche a modulare i suoni emessi in base al tipo di richiesta o esigenza espressiva. Il gatto è inoltre particolarmente sensibile e abile nel leggere ed interpretare la comunicazione non verbale dei propri umani, oltre che quella paraverbale fatta di tono, timbro, volume e pause nella voce!

In generale il miagolio del gatto può rappresentare una comunicazione di tipo positivo quando si manifesta tramite miagolii o trilli, spesso emessi durante incontri sociali per stabilire un’interazione amichevole, o cinguettii, usati da soggetti amici o membri di uno stesso nucleo familiare in segno di saluto. Ma esiste anche una comunicazione di tipo negativo che attiene alla sfera, aggressiva, difensiva o competitiva espressa con miagolii aggressivi, grida, soffi, ringhi o borbottii.

Nel linguaggio dei gatti le fusa rappresentano un capitolo a parte nella sfera della comunicazione “verbale” felina. Il motivo per il quale i gatti le producono non è univoco e non necessariamente vengono fatte in situazioni di agio emotivo e benessere. Da cuccioli le fusa fungono da veicolo comunicativo con la madre (pur non essendo l’unico): la mamma le emette per segnalare ai cuccioli, ancora ciechi e sordi, la propria presenza e i cuccioli imparano a farle a pochi giorni di vita per comunicarle che stanno bene. Questo comportamento poi si conserva in età adulta e viene riproposto per esprimere piacere o senso di rilassatezza, ma anche per calmare il proprio stato emotivo in caso di malattia, malessere, o stress. Secondo studi recenti sembra che la frequenza delle fusa abbia un potere curativo: nel range di frequenza che va dalle 20 alle 50 Hz infatti, sarebbero in grado di accelerare la guarigione ossea, mentre dalle 50 alle 150Hz avrebbero una funzione antidolorifica.

Se inizierete a prestare attenzione alle tante modulazioni vocali emesse dal vostro gatto, vi renderete conto che non sono casuali, ma che ognuna attiene ad una specifica situazione e ad un diverso significato. Ora che avete qualche riferimento per orientarvi tra i vari miagolii, probabilmente vi sarà più facile comprendere il motivo per il quale ci sono persone affermano di parlare con i propri gatti… e forse non le troverete più così folli!

Dott.ssa Giorgia Caterini

Consulente per la relazione e convivenza con il gatto.

 

Web: https://www.feeline.it

Instagram: https://www.instagram.com/feeline_life/

Facebook: https://www.facebook.com/FeelineLife