Perché i gatti odiano l’acqua?

Non tutti i gatti non amano l’acqua, ci sono gatti che hanno avuto esperienze positive con l’acqua, specialmente durante il loro periodo di socializzazione.

Ci sono anche razze specifiche che amano l’acqua, ma è importante trattare il tuo gatto senza aspettative.
Molti gatti si sono evoluti per non amare l’acqua
Si ritiene che i gatti siano stati addomesticati 9.500 anni fa in Medio Oriente. Si sono evoluti in aridi climi desertici e per questo non sono stati nei pressi di fiumi, laghi e non hanno mai incontrato la pioggia.
Da ciò deriva il fatto che i gatti oggi evitano i corsi d’acqua. Se ci fai caso anche i gatti randagi cercano spesso riparo dalla pioggia e dai temporali.
Nascondersi dall’acqua è diventato un istinto nei gatti.
Ciò non è vero per tutte le razze, poiché alcune razze di gatti si divertono a stare nell’acqua a causa del loro stesso background evolutivo, come ad esempio il Bengala , il Maine Coon e l’American Bobtail.

I gatti sono sensibili ai profumi

I gatti hanno uno straordinario olfatto, quattordici volte più sensibile del nostro. I forti profumi associati a shampoo e balsami possono contribuire all’avversione dei gatti all’acqua e ai bagni. Inoltre il gatto potrebbe non gradire il profumo delle sostanze chimiche dell’acqua del rubinetto .

I gatti amano essere puliti e caldi

I gatti sono meticolosi e passano molto del loro tempo a pulirsi e curarsi per mantenere la loro pelliccia pulita.
I gatti hanno anche una temperatura corporea più alta e la pulizia li aiuta a mantenerla e regolarla. Quando il mantello di un gatto si inzuppa, la pelliccia diventa piuttosto pesante, e quindi per loro è molto difficile tornare asciutti. Una pelliccia bagnata può anche far sentire il gatto lento e per nulla agile come al solito, il che si traduce nella spiacevole sensazione di non essere in grado di scappare da una qualsiasi situazione.

Le esperienze di molti gatti con l’acqua non sono positive: essere bloccati in un acquazzone senza aver alcun riparo, essere spruzzati con acqua ed i bagni forzati sono solo alcuni esempi, quindi è comprensibile perché molti gatti non amano l’acqua.

I gatti hanno bisogno di bagni?

Come già accennato, i gatti fanno già da soli un ottimo lavoro nel mantenersi puliti e possono spendere fino al 40% del loro tempo ogni giorno per la pulizia, quindi non avrai mai bisogno di fare il  bagno al tuo gatto .
Questo può succedere nel caso di gatti  con un problema di pelle o di gatti anziani, oppure può essere necessario se il gatto si rotola in qualcosa di appiccicoso e maleodorante.

Come puoi fare per far apprezzare il momento del bagno al tuo gatto?

Prima del bagno
Fallo familiarizzare con lo spazio. Per far sì che il tuo gatto si senta a suo agio con l’acqua, prova a farlo entrare nella vasca qualche settimana prima del bagno, in modo che possa abituarsi allo spazio. Metti il ​​tuo gatto in una vasca vuota o con giocattoli, dolcetti in modo che ci associ un’emozione ed esperienza positiva.

Una volta che il tuo gatto è a suo agio e sta giocando e mangiando delizie nel lavandino o nella vasca, riempi la vasca con un paio di dita d’acqua tiepida e spargi i giocattoli per tutta la vasca in modo che possa divertirsi un po’. Incoraggia il tuo gatto a giocare con i giocattoli.
Assicurati di aver preparato tutto ciò di cui hai bisogno prima di fare il bagno al tuo gatto.
Quindi lo shampoo specifico per gatti, dolcetti e i giocattoli che il tuo gatto ama, asciugamani caldi, un bicchiere di plastica per versare acqua sul tuo gatto ed una superficie antiscivolo, come un tappetino da bagno o un asciugamano da mettere nel lavandino o vasca da bagno per aiutare il tuo gatto a stare in piedi.
Crea un ambiente calmo, chiudi la porta e mantieni i rumori al minimo. Sii calmo e parla sottovoce, se sei stressato, anche il tuo gatto lo sarà !

Durante il bagno
Usa moderazione e distrazioni positive. Evita di forzare e tenere il tuo gatto giù, invece, sii gentile, osserva il linguaggio del corpo del tuo gatto e offri distrazioni positive, come un dolcetto o un giocattolo .
Presta la massima attenzione a non spruzzare il viso o mandare acqua nelle orecchie o negli occhi, inoltre evita di lavare i baffi. I baffi contengono molti dei recettori tattili del gatto ed è naturale che i gatti odino che siano sfregati con acqua, cibo e sporcizia.  Infine assicurati di sciacquare accuratamente lo shampoo per prevenire l’irritazione della pelle.

Dopo il bagno solleva delicatamente il gatto fuori dall’acqua e avvolgilo immediatamente in un asciugamano caldo per asciugarlo o, se il gatto non gradisce essere preso in braccio, lascia che l’acqua si scarichi e asciugalo mentre è ancora in vasca.

Il tuo gatto si asciugherà naturalmente in poche ore e in quel frangente di tempo tienilo al caldo e lontano da correnti d’aria. Termina con una coccola o una sessione di gioco e il trattamento preferito del tuo gatto!